Il rumore degli occhi: un reading musicale approda a San Possidonio

2 11 2010

Un pianoforte. Luci che si accendono. Ed ecco che sulla scena sfilano i piccoli protagonisti de Il rumore degli occhi. I bambini cui gli adulti-bau bau vogliono rubare l’infanzia. Gli angeli cui niente e nessuno potrà mai strappare le ali, grazie alle quali possono volare verso cieli che noi adulti non possiamo nemmeno immaginare.
Le vicende narrate nell’antologia prenderanno corpo e anima sul palco del Teatro Varini, sabato 13 novembre, dalle ore 21, a San Possidonio (Modena).
Emily Pigozzi leggerà frammenti scelti dei nove racconti che compongono il volume. Brani che saranno legati tra loro da azioni, creando una vera e propria partitura scenica, cui si intrecciano le musiche composte ed eseguite da Ingrid Baraldi, che sta dando e darà un prezioso contributo creativo alla realizzazione del reading.
Un evento che nasce per emozionare,
per sensibilizzare i lettori e gli spettatori su temi crudi, fornendo uno spunto di riflessione sul versante dei diritti dei più piccoli, a essere amati, protetti e rispettati. Un invito a non apporre con violenza un’impronta sul candore di neve dei loro piccoli cuori. E magari, spruzzando la polvere di Trilly, l’auspicio a ritrovare ciò che di infantile c’è dentro di noi, per vedere lati dimenticati o obnubilati della vita.
La magia, la fantasia, le piccole cose, che fanno sorridere e sognare.

Roberta D.T.





Il rumore degli occhi “on the road”

16 10 2010

“Il rumore degli occhi” on the road: continuano le presentazioni dell’antologia di racconti de La confraternita dell’uva. Un progetto letterario nato dall’idea di Luca Artioli e volto a sensibilizzare i lettori su argomenti troppo spesso considerati tabù. Domenica 5 settembre, nell’ambito della festa dell’editoria indipendente (presso)Festa del Pd di Modena, il libro è stato presentato al pubblico, che ha mostrato molta curiosità verso l’iniziativa. A fare da corollario alla presentazione, altri editori e autori indipendenti, con cui si sono creati interessanti confronti.
In un contesto di stagnazione culturale e di editori in cerca soprattutto di libri sostanzialmente improntati sul connubio sesso-amore-adolescenza-disagio, in uno schema ormai ritrito, il messaggio è chiaro: dare spazio anche al vero impegno, oltre le morbosità propinate a dismisura e che fanno leva su istinti e sulla sola emotività, cercando di scuotere un pubblico sostanzialmente radio-telecomandato e passivo (che crede di essere attivo).
Ringraziamo Mumble, la rivista di cultura giovanile modenese che ha organizzato l’evento e che ci ha dato l’opportunità di parlare di infanzia difficile.
E intanto si sta definendo la data per il reading de Il rumore degli occhi: a San Possidonio (Modena), nell’ambito di una rassegna letteraria promossa dall’Assessorato alla Cultura. Un vero e proprio spettacolo, dove verranno letti nuovi stralci tratti dai vari racconti.

Io al banco allestito durante Indidee, presso la Festa de Pd di modena