Tremate, tremate: i barbari son tornati!

26 02 2009

trieste2hn

Tremate tremate i Barbari son tornati.

E Alessandro Baricco, forse inconsapevolmente, li guida: questa volta però si tratta di barbari veri, che non stanno dentro alle nostre mutazioni culturali, che non cambiano lo stesso attraverso la sfida dell’altro, ma che, lancia in resta, intendono portare una guerriglia urbana – e finanziaria – contro l’odiata – e certamente odiosa – civiltà.

Che la vogliono annichilire o, quantomeno, ricoprire di ridicolo.

Baricco, come si può intuire, non nasce guerriero impavido, ma, si sa, la Crisi che sembra avvolgerci ogni giorno di più (o di meno, dipende dalla direzione in cui va il suo côté ancora tutto postmoderno…) produce un fermento continuo e contraddittorio che potrebbe mettere le ali anche a galline e tacchini.

E, purtroppo, mettere un fucile in mano anche a placidi impiegati e a rubicondi contadini, che temono sempre più per la salute loro, ma soprattutto dei loro averi.

E così Baricco si lancia nella formidabile tenzone contro i finanziamenti pubblici alla cultura (o contro la Cultura?), sotto la forma – a dire il vero assai temibile… – delle sovvenzioni statali a teatri, festival, rassegne, convegni, fondazioni e associazioni.

Alla Lirica.

In una parola, alla malandatissima struttura della cultura umanistica, che non sta più al passo con i tempi, che il Grande Fratello manco l’ha visto passare.

Sic.

Si meritano questo appellativo non solo se si sta allo striscione appeso da tempo alla facciata (non a caso) del Teatro Comunale di Bologna: “Barbaro non è un popolo senza cultura, ma un popolo che della cultura non sa che farsene.” (Cito a memoria, più o meno.)

(Lorenzo Mari)





Tour di presentazione dell’antologia IL RUMORE DEGLI OCCHI

18 02 2009

La Casa Editrice EDIZIONI CREATIVA

comunica l’uscita de

“Nove racconti che narrano l’infanzia attraverso i campi rom, l’esperienza dei bambini soldato, la malattia, l’abuso e lo sfruttamento, il dramma delle mine antiuomo. Questo libro è un insieme di voci diverse tra loro, accomunate dal desiderio di mettere in luce alcuni aspetti sociali che possono segnare la crescita dei più giovani. Storie di infanzie sbagliate, scritte per non dimenticare che proprio negli occhi dei piccoli protagonisti possiamo leggere il nostro presente. E il nostro futuro.”

Reperibile in tutte le librerie, su www.ibs.it , e sul sito www.edizionicreativa.it

Venerdì 27 Febbraio alle ore 21:15
Circoscrizione n°6 in via Grandi, a Como
Antonio Bianchetti, presidente del Gruppo Letterario Acarya
presenta con gli autori
Luca Artioli, Massimo Baraldi, Andrea Garbin,
Sara Bellingeri e Roberta De Tomi.

Domenica 15 marzo alle ore 16:00
presso la Sala GrandA del Palazzo Municipale, a Mirandola (MO)
Giacomo Gibertoni, docente dell’Università di Bologna
introduce gli autori
Luca Artioli, Massimo Baraldi, Andrea Garbin,
Sara Bellingeri, Roberta De Tomi e Marco Marcheselli.
L’evento è organizzato dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Mirandola
in collaborazione con la Biblioteca Garbin
e rientra nel programma della manifestazione
PERCORSI DI LETTURA.