Su abusi e violenza

29 01 2009

Dodici anni: non ancora donna, ma neppure bambina, e lo strappo dell’anima provocato dall’ignominia della violenza. Sembra un triste scherzo del destino, ma…
Aveva 12 anni la cinese residente a Mirandola (MO) che, violentata da un connazionale nel 2007, 9 mesi dopo è diventata madre. Il connazionale è stato arrestato proprio pochi mesi fa dalla locale Polizia.
Aveva 12 anni la ragazzina di Cassano Ionio (Cosenza), stuprata in un casolare abbandonato da 3 “mostri”, il 30 maggio 2008.
Aveva 12 anni la ragazzina data in pasto dai genitori al padrino, a Palermo, all’inizio del 2008 (e questa volta, Francis Fors Coppola non c’entra).
Aveva 12 anni la vittima delle perversioni del fidanzato della madre (news di questi giorni).
E l’elenco non è finito.
Bambine ( e bambini) venduti, genitori che non vogliono vedere o che non vedono. Perversioni che emergono e distruggono, facendo germinare nuova violenza. Come se l’obiettivo di questi stupratori, fosse continuare a far girare la spirale da cui non riescono a riemergere.
E molto spesso ci si rinchiude nell’omertà del “no… non succede”. E invece succede. Come Dacia Maraini, nel suo “Bagheria” racconta di molestie subite da piccola. Non ricordo se avesse 12 anni. Ma la violenza letta, quella la ricordo. Quella non si scorda.  Solo che in questo – come in molti casi – è taciuta e chi la fa subire, scorazza libero per il mondo, magari senza rimorsi. Forse anche contento di avere contaminato l’innocenza, che, memore dell’accaduto, perpetua (può perpetuare) la violenza.

(Roberta De Tomi)

Annunci




BUON A-ZINE (Bando di concorso)

18 01 2009

Vi segnalo che l’Associazione Culturale A.S.I.MOV. (Associazione Scrittori In MOVimento) ha indetto un concorso di narrativa al quale è possibile partecipare senza alcuna tassa d’iscrizione. Basta registarsi gratuitamente al sito e seguire le istruzioni.

Il bando scade il 13 febbraio 2009 e prevede l’invio di racconti di max 2 cartelle (30 righe x 60 battute cad.),  per un massimo di 3.600 battute (spazi inclusi).

Per saperne di più, clikkate qui.

Luca Artioli.